Legambiente promuove imprese per ricavare biogas dai rifiuti.

Legambiente promuove imprese per ricavare biogas dai rifiuti. Ma sceglie un partner già coinvolto con i Casalesi.Teniamo d’occhio questa vicenda, portata alla luce da su L’Espresso, nell’articolo “Legambiente: indovina con chi siamo in affari” e ripresa anche da Legambiente Vicenza (Qui immagine della pagina).

“Ha l’odore acre del biogas la svolta i imprenditoriale di Legambiente, il colosso dell’associazionismo green italiano. Energia dai rifiuti, ricavata da impianti gestiti attraverso una rete di srl e spa, tutte concentrate sul business del futuro.” …. “Far soldi nel mondo dei rifiuti vuol dire scegliere partner industriali navigati. Ed è qui che Legambiente è inciampata. In una legambiente-biogasdelle joint venture della controllata AzzeroCO2 – la Recall Latina srl, costituita il 10 settembre scorso – si muove una vecchia conoscenza dell’associazione, la famiglia Traversa di Latina, da decenni attiva nel settore rifiuti, con una fitta rete di società, alcune in mano a fiduciarie.”

Continua a leggere …

Questa voce è stata pubblicata in Biogas, Legambiente, Notizia. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Legambiente promuove imprese per ricavare biogas dai rifiuti.

  1. Ricapitoliamo:
    1) AzzeroCO2, costituita da legambiente nel 2007 per promuovere imprese in tutta Italia per la gestione diretta di impianti in grado di estrarre gas metano da rifiuti urbani e industriali (MA GUARDA UN PO’, DA RIFIUTI INDUSTRIALI!), partecipa ad un unico impianto funzionante ed ha avviato un solo progetto.
    2) In questo unico progetto avviato ha scelto il presidente ed il padre del presidente ha avuto condanne per traffici illeciti di rifiuti.

    Giudizio:
    Per fortuna ha avviato un solo progetto! E sarebbe questo l’ambientalismo che pensate sia utile al paese? Noi abbiamo visto da vicino come è stato utile…al piro!

    • andrea motto ros scrive:

      mi sembra che si faccia anche molto altro per l’ambiente, non per niente questa mi sembra una esperienza isolata

      • Andrea, certamente e tu sei per me un testimone di questo!
        Però dire che si è sbagliato senza difendere sempre anche l’indifendibile, rafforza e non indebolisce. Potevano non sapere che il padre del presidente prescelto aveva precedenti penali rispetto ad attività legate al traffico illecito di rifiuti?
        Secondo te poi non è perlomeno “curioso” che legambiente costituisca una società per produrre gas metano da rifiuti?

    • Andrea Perfetti scrive:

      Ok, ma che c’entra con il piro di borgo l’ attacco furioso dell’ espresso a LA? Comprensibile il fastidio per la presenza di LA con la quota dell 1% nel progetto di Latina, ma nel nostro ambito tutta sta enfasi a cosa è dovuta?
      Forse si vuol far percepire che la sezione di Ivrea di LA – quella che si sta occupando del piro nel comitato DBcR per intenderci – con tutti i suoi pericolosi componenti (fra cui Mimmo, Motto, io, tu stesso…!) sarebbe collusa con le ecomafie? Non esageriamo. Mimmo ha riassunto bene nella lettera a Varieventuali ( https://docs.google.com/file/d/0B-FbAG2OF7NzaEVRcTZZMm1PaFU/edit ) che “l’ autonomia di giudizio e di azione dei circoli” è una componente fondamentale e un bene prezioso a cui non rinunciamo. A riprova la solerzia con cui ci siamo mossi, tant’è che la prima mossa contro il pirogassificatore, la lettera in cui chiedevamo chiarimenti ai sindaci, è stata scritta proprio da Legambiente. E in quell’ occasione LA l’hai coinvolta tu stesso in quanto iscritto, in una riunione a casa di Livio se non ricordo male. Perchè quindi fomentare le dietrologie? Come tutte le associazioni anche LA è fatta di “Persone” che partecipano alle iniziative (come la sensibilizzazione ambientale dei Campi a cui tu hai partecipato), e come ricordava Andrea l’ ingenuità di Latina non avrà un gran peso su quello che di buono si è fatto e si sta sta facendo.

      p.s.
      Fabrizio, se non vuoi rinnovare la tessera basta dirlo, mica c’è bisogno di fare tutto sto casino! 😉

  2. Dario Lesca scrive:

    Comunque la questione del BioGas tanto cara a Legambiente, ha anche risvolti negativi non trascurabili:

    Tantillo-150x150Da non trascurare infine la questione “politicizzazione” di Legambiente, dice bene Il Bombarolo (se non del tutto giusto, quasi niente sbagliato): “Avvicendamento PD al vertice di Legambiente… come può un esponente del PD porsi come interlocutore critico (e talvolta antagonista) di un’amministrazione guidata dal suo stesso partito?“.

    E, aggiungo io, promotrice (il PD) tra l’altro di opere dannose come gli Inceneritori (qui il Sindaco di Ivrea Della Pepa) e Pirogassificatori, e inutili come la TAV in Val Susa. Qul PD che piano piano ci ha venduti all’Unione Europea.

    Non importa se un Piccolo Piro inquina come un Camion! Noi un camion in più che inquina non lo vogliamo!

    A proposito, ci avete mai pensato cosa esce se sommate Partito Democratico e Unione Europea? …. PDUE. Curioso no?

    Ciao

Lascia un commento