Rifiuti Zero, unica strada percorribile. Parola di Paul Connett

Paul Connett Giovedì 31 Ottobre 2013, ore 21:00 Pont-Saint-Martin (AO)Pirogassificatore? un insulto all’intelligenza degli ingegneri e degli scienziati…una follia da fumetti in stile Topolino… come tutti gli impianti di combustione dei rifiuti, che altro non sono che inceneritori sotto mentite spoglie, è uno spreco di energia e di denaro pubblico, è come un maiale vorace che vuole solo mangiare ogni cosa e accanto a lui ci sono tanti altri maialini ingordi rappresentati da tutti quei politici e professionisti che vogliono guadagnare da questo indegno metodo di trattamento dei rifiuti“.

Questo il parere lapidario espresso Giovedì sera a Pont Saint Martin da Paul Connett sulla pratica di bruciare i rifiuti tramite Pirogassificatori, Inceneritori o termovalorizzatori.

Sala gremita, più di 450 personeNel ringraziare tutti coloro che hanno partecipato, manifestiamo tutta la nostra soddisfazione per la riuscitissima serata del 31 ottobre a Pont S. Martin, la strategia “Rifiuti Zero” è stata trattata con semplicità e chiarezza dal prof. Paul Connett, uno dei massimi esponenti mondiali di questo tema. (Guarda il servizio di Rai 3 – Valle d’Aosta sul nostro canale YouTube).

Relatori sul palcoOrganizzare il confronto di informazione ha richiesto un grande sforzo organizzativo per i cittadini del comitato NO PIRO , ed è stato possibile grazie alla viva collaborazione con l’associazione Valle virtuosa, Rifiuti Zero di Torino e Zero Waste Italy.

Sala gremitaIl salone dell’auditorium, gremito in ogni ordine di posti (più di 450 persone), è stato il messaggio chiaro e inconfutabile della consapevolezza che i cittadini della zona stanno acquisendo sul problema dei rifiuti, sollecitati soprattutto dal rischio di vedere installato nell’area di Borgofranco un Pirogassificatore per lo smaltimento di rifiuti industriali con le inquietanti certezze di inquinamento che questo tipo di trattamento a caldo comporta per l’ambiente, non solo in prossimità dell’impianto, ma anche per il Canavese e la Valle D’Aosta.

Paul Connett illustra la strategia Rifiuti ZeroNon è possibile affrontare le tematiche ambientali, economiche e di salute pubblica sollevate dal pirogassificatore, senza porre il più generale problema della gestione dei rifiuti. Paul Connett con la sua simpatia e preparazione ha conquistato il pubblico e dimostrato, attraverso esempi di realtà internazionali già esistenti, la necessità di riorganizzare la gestione dei rifiuti puntando alla riduzione a zero degli stessi, una possibilità concreta realizzabile solo grazie all’impegno civile dei cittadini ed una rivoluzione nella pianificazione delle politiche ambientali.

L’irrazionalità e pericolosità del trattamento a caldo dei rifiuti è risultata incontestabile, bruciando non si crea energia , non si crea lavoro, ma si producono sostanze sicuramente dannose, che è impossibile filtrare e monitorare.

Il riciclo, di contro, crea lavoro per il personale impegnato nella separazione dei materiali da riutilizzare, permette di non perdere l’energia spesa per estrarre la materia prima e il trasporto dei materiali e non rilascia nell’ambiente sostanze dannose per la
salute e per l’ambiente.

Ironizzando, Paul parla dell’incenerimento come una vecchia pratica da superare, il progetto di Borgofranco secondo il noto scienziato è pericoloso e anacronistico, scherzando cita il suo motto: “Dio crea, il diavolo brucia”.

Domande del pubblicoNonostante l’ora tarda, le numerose domande dei cittadini hanno permesso di approfondire in un clima di ascolto e rispetto il confronto sulle tematiche trattate.

Siamo fiduciosi; come già successo per l’evento di Borgofranco, i cittadini hanno dimostrano interesse e partecipazione, seguono le nostre iniziative e firmano numerosi la nostra petizione, le riunioni del giovedì a Tavagnasco sono vive ed affollate, le collaborazioni con Valle virtuosa e altre associazioni crescono.

Durante la serata è stata ricordata la nostra importante azione rivolta ai Consigli comunali: la mozione NO PIRO, che chiede ai comuni un’inequivocabile presa di posizione sul trattamento a caldo dei rifiuti e sul pirogassificatore sperimentale di Borgofranco.

Riteniamo che l’area industriale di Borgofranco e l’ impianto in questione abbiano una valenza sovra comunale, collaboriamo con i cittadini valdostani al fine di far rispettare la loro volontà chiaramente espressa nel referendum sul proposto inceneritore di Aosta. Consiglieri e sindaci del nostro territorio si sono resi disponibili a presentare la mozione ai prossimi consigli comunali, è già stata approvata dai comuni di Settimo Vittone e Hone. Stiamo organizzando nuovi eventi e azioni ad Ivrea per informare gli Eporediesi, potranno così valutare e condizionare le scelte dei loro amministratori.

Ringraziamo i cittadini per la loro partecipazione, gli amici che si sono spesi per organizzare l’evento, il prof. Paul Connett e le personalità impegnate negli interventi che ricordiamo:

Valle Virtuosa: Sauro Salvatorelli e Jeanne Cheillon
CARP: Valter Campaner
Zero Waste Italy/ presidente Noinc Piemonte: Gian Drogo
Nopiro : Gigi Bussi
Giornalista free-lance: Davide Pelanda
Interprete: Daniela Asaro

Valle Virtuosa: Sauro Salvatorelli e Jeanne Cheillon

CARP: Valter Campaner Zero Waste Italy/ presidente Noinc Piemonte: Gian Drogo

CARP: Valter Campaner
Zero Waste Italy/ presidente Noinc Piemonte: Gian Drogo

Nopiro : Gigi Bussi

Giornalista free-lance: Davide Pelanda
Nopiro : Gigi Bussi

pconn06

Illustrazione Rifiuti Zero

Jeanne e Daniela

Valle Virtuosa: Jeanne Cheillon
Interprete: Daniela Asaro

 

Questa voce è stata pubblicata in Comunicato Informativo, Evento, Inceneritore, Notizia, Rifiuti Zero, Salute. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Rifiuti Zero, unica strada percorribile. Parola di Paul Connett

  1. It’s difficult to find educated people about this topic, but you seem like you know what you’re talking
    about! Thanks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*